In Evidenza

Ateneo Padova monta in bici, prezzi agevolati per prof e studenti

 Universita': Ateneo Padova monta in bici, prezzi agevolati per prof e studenti

 All'Università di Padova piace pedalare. Da mercoledì 22 gennaio professori, studenti e dipendenti potranno inforcare le biciclette biancorosse comunali per muoversi in città. L'Ateneo, infatti, ha sottoscritto un accordo con Goodbike Padova, la società che gestisce il servizio di ''bike sharing'', che permette la distribuzione automatica delle biciclette postate nei diversi 28 stalli, le stazioni-base, in città.

 
 L'accordo prevede per docenti, studenti e personale, delle tariffe agevolate per l'abbonamento annuale (20 euro all'anno). Docenti, studenti e personale potranno usufruire del ''bike sharing utilizzando la tessera universitaria personale che consente già sconti e agevolazioni per tutta una serie di altri servizi e quindi con un minore carico burocratico.
Perché questa adesione al ''bike sharing''? ''Perché Padova è fatta per essere goduta con la bicicletta - ha detto il Rettore, Giuseppe Zaccaria, alla presentazione dell'iniziativa - perché permette di muoversi con celerità da una sede universitaria all'altra senza problemi di traffico e di parcheggio, perché consente di godere di natura e ambiente e perché la bici è un mezzo pulito ed è un simbolo di libertà oltre che di lotta all'inquinamento''.
Il Rettore ha annunciato un ulteriore passo dell'Ateneo verso l'utilizzo delle due ruote, un sorta di passaggio dalla cosiddette auto blu alle ''bici blu'': è allo studio la possibilità di utilizzare il servizio di ''bike sharing'' anche per gli spostamenti di servizio del personale universitario, spostamenti che oggi vengono in diversi casi effettuati in auto. ''Queste iniziative - ha detto il professor Zaccaria - possono essere giudicate come cose minori. In realtà sono contributi fattivi a vivere la città a misura d'uomo e ciò è possibile grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Padova''.
Grato dell'adesione dell'Università al servizio di ''bici condivise'' si è detto il sindaco Ivo Rossi che ha ricordato nell'occasione le cifre che dicono del gradimento dell'iniziativa da parte dei padovani in questi primi sei mesi: 1700 abbonamenti annuali, 245 mila km percorsi con le 250 bici ''pubbliche'' (50 sono a pedalata assistita). ''Immaginate - ha detto - quanta anidride carbonica sarebbe stata prodotta percorrendo questi 245 mila km in auto in città?''. Le finalità e le modalità del servizio sono state illustrate dal professor Rino Rumiati, prorettore al personale e dal direttore generale dell'Università Emanuela Ometto: ''un'operazione importante - hanno detto - nella quale crediamo, che porterà benefici non solo sotto l'aspetto ambientale ma anche al nostro personale e a tutti i nostri studenti.
 
Fonte: Adnkronos

 

Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

logobottom

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.025 secondi
Powered by Simplit CMS